Percorso


Translator



Mappa Webcam





News-Letter



WebCam Appennino




Limone

Webcam Appennino Settentrionale - Limone











webcam limone piemonte

webcam limone piemonte






Limone Piemonte (Limon in occitano e in piemontese, pronuncia IPA è un comune di 1.535 abitanti della provincia di Cuneo.

Fa parte della comunità montana delle Alpi del Mare.

Grazie alla presenza del treno che vi giunse nel 1891 è stato, agli inizi del Novecento, una delle prime località sciistiche italiane. Le cronache locali ricordano lo svolgimento nel 1907 di una gara di sci tra militari; e nel 1909 di una gara aperta ai "borghesi". A Pasqua del 2007 vi è pertanto stato simbolicamente celebrato il centenario dello sci.

Fino all'apertura del traforo ferroviario, buona parte della popolazione era dedita al trasporto di merci (con muli, buoi o cavalli) tra il porto di Nizza e la pianura piemontese; in seguito, molti abitanti emigrarono verso la Costa Azzurra. Oggi, l'economia locale si basa essenzialmente sul turismo invernale ed estivo. La ricettività alberghiera è però assai ridotta (circa 500 posti-letto), mentre quella nelle case private è di circa 20.000 posti-letto.

Il primo impianto di risalita (una "slittovia", cioè una slitta trainata da una fune) vi venne realizzato nel 1937. Seguì nel 1948 la prima seggiovia, ed in seguito si ebbe il progressivo ampliamento del dominio sciabile, che portò nel 1975 alla realizzazione della "Riserva Bianca", con circa 100 km di piste (estese dalla conca del Cros a quella di Limonetto). Attualmente le piste si estendono per circa 80 km.

A Natale del 2006 è stata inaugurata una nuova cabinovia, dedicata al limonese Severino Bottero, allenatore di sci morto il 2 gennaio 2006 in un incidente automobilistico, che seguì dapprima Deborah Compagnoni e poi, nel 2002, portò il francese Frédéric Covili alla conquista della Coppa del Mondo di slalom gigante.

Toponimo, localizzazione geografica e storia

L'origine del nome è incerta; probabilmente non ha alcun legame con il frutto di limone, che pure da 3 secoli compare nello stemma comunale. Forse deriva dal greco "Leimon", che significa "luogo erboso; pascolo"; oppure dall'antico patois provenzale alpino li mount, ossia "i monti".

Collocato in prossimità del valico del Colle di Tenda, Limone è stato storicamente un luogo di passaggio tra il Piemonte e la costa ligure e provenzale. Le sue fortune turistiche dipesero dalla vicinanza con località rinomate come Sanremo, Montecarlo e Nizza, alle quali venne collegato nel 1928, grazie all'ultimazione della ferrovia Cuneo-Ventimiglia-Nizza. Quest'ultima venne distrutta dalle armate tedesche nell'aprile del 1945. I collegamenti verso Cuneo, Torino e Genova ripresero già nel 1946; quelli verso Nizza, Sanremo e Monaco soltanto nel 1979. Quelli stradali sono tuttora affidati ad un traforo inaugurato nel 1882. Il parlamento francese ha finalmente deliberato nel 2007 il progetto di realizzazione di un nuovo tunnel, mentre quello italiano non ha ancora provveduto a ratificare l'accordo internazionale di avvio dei lavori. Dal 1947, infatti, Limone si trova sul confine italo-francese, per effetto del passaggio alla Francia del confinante comune di Tenda.

Tra il 1275 ed il 1581, Limone fece parte della Contea di Tenda. Poi, con il passaggio di quest'ultima ai Savoia, venne inglobato negli Stati sabaudi e - successivamente - nel Regno di Sardegna.

Il centro storico è di stampo tipicamente alpino; la chiesa parrocchiale di San Pietro risale al XIV secolo. Negli anni 1960 e 1970 si è registrata una consistente espansione urbanistica; la quasi totalità delle nuove costruzioni è stata acquistata da turisti liguri e piemontesi.

Montagne; Frazioni

La conca di Limone è percorsa dal torrente Vermenagna. È delimitata a Nord dal massiccio Besimauda (2.231 m) - Costa Rossa (2.404 m); ad Est dalla Cima della Fascia (2.495 m); a Sud dalla Rocca dell'Abisso (2.755 m) e dal Colle di Tenda (1.820 m); ad Ovest dal Ciotto Mien (2.375 m) e dal Monte Vecchio (1.920 m). Gli impianti di risalita raggiungono la quota di 2.070 metri presso il Monte Alpetta, da dove (con una pista lunga 3,8 km ed un dislivello di oltre 1.000 metri) si può ridiscendere direttamente in paese.

Limonetto è una frazione situata a 1300 metri di altitudine. È anch'essa meta di turisti grazie alla possibilità di interessanti escursioni e alla presenza di impianti per gli sport invernali (collegati al comprensorio Riserva Bianca così come l'abitato di Limone Piemonte). Nelle sue vicinanze si trovano un tratto di strada romana lastricata e l'Alpe di Papa Giovanni, oasi di spiritualità realizzata negli anni Sessanta da Don Francesco Brondello, che fu anche uno degli ideatori degli impianti di risalita.

Panice è una frazione collocata lungo la Strada Statale 20, distante pochi chilometri da Limone. A Panice Sottana si trova un anello per la pratica dello sci di fondo; mentre nella poco distante Panice Soprana (detta anche "Tre Amis") si trova uno dei 3 punti di partenza degli impianti di risalita (seggiovie del Colle di Tenda e Cabanajra).

Impianti sciistici

Limone è la principale stazione sciistica della provincia di Cuneo, sia per lunghezza totale delle piste che per numero di impianti di risalita. Le recenti Olimpiadi invernali hanno portato giovamento anche a questo centro relativamente lontano dalle competizioni, che grazie ai fondi stanziati ha potuto rimodernare i propri impianti, sostituento con seggiovie quasi tutti i vecchi skilift.



I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie.